Salta al contenuto principale

Seguimi sui social:

Tu sei qui:

I consigli ai programmatori

Una delle domande "caratterizzanti" del sondaggio consentiva ai partecipanti di dare un "consiglio" a programmatori e progettisti Web per convincerli a creare programmi e siti completamente accessibili.
Vista la loro importanza, tutti i "consigli" ricevuti sono stati raccolti in questa pagina appositamente predisposta.

Commenti

#101

Consiglio di realizzare pagine web semplici e lineari che rendono la navigazione facile a tutti.

#102

Non è poi cosi difficile scrivere da subito un programma capace di essere accessibile a chiunque, e' piu' difficile correggerlo, per farlo diventare accessibile. Ricordiamoci che non esistono solo persone con problemi dichiarati, ma anche e sopratutto persone, che a causa dell'eta non vedono piu' bene, o hanno problemi diversi a causa di malattie. La societa' di oggi punta a far diventare tutto tecnologico, ma questo comporta anche un notevole impegno per rendere i servizi accessibili a tutti.

#103

Ti suggerirei di lavorare innanzitutto sull'accessibilità dei siti web, arrivando a coprire la totalità del mondo virtuale. Inoltre punterei molto sulla progettazione di nuovi software (come virtual games, html editing, ecc.) che prevedano la possibilità di interazione testuale e non prettamente grafica.

#104

Che ci sia una legge che sia obbligatoria, affinché il computer sia accessibile a tutti

#105

Non perdere l'occasione di fare la tua pagina accessibile fin dall'inizio: può essere attraente quanto le altre ed è più efficiente e utilizzabile da chiunque.

#106

Consiglio di seguire gli standard che già esistono, fare dei test con non vedenti e ipovedenti, perchi è difficile riprodurre la situazione in cui si trova un disabile della vista, anche installando sul proprio pc uno screen reader o un programma ingrandente.

#107

Beh... intanto penso che un programmatore che si rispetti deve voler vedere i suoi prodotti utilizzati da più persone possibili. Ritengo che i gestori di siti quali ad esempio Libero, Facebook ma potrei citarne una infinità, non siano programmatori del livello che intendo io. Rendere un sito accessibile non è una cosa complessa ma, a questi signori manca la voglia. E comunque un programmatore dovrebbe sapere che per sviluppare siti per la pubblica amministrazione, per legge, deve renderlo accessibile.

#108

L'accessibilità di un sito è indispensabile per alcuni ma migliora la navigazione per tutti.

#109

Sarebbe bello poter rendere fruibile tutto sul web

#110

Consiglio di semplificare l'accesso prevedendo una pagina web con solo testo, migliorare la disposizione dei links, diminuire le immagini grafiche illeggibili dagli screen reader, rendere più accessibili i pulsanti d'invio sopratutto nelle pagine di pagamento dei siti (banche, compagnie aeree, utilizzare al meglio le caselle combinate per date, mesi, anni da selezionare).

#111

Domanderei ai programmatori di siti una sempre più tangibile collaborazione con persone non vedenti preparate, per ascoltare e mettere in pratica esperienze, suggerimenti e nuove idee sull'accessibilità del web ai disabili visivi.

#112

Ricordati che la maggior causa di cecità nel mondo non è più dovuta a malattie, ma ad incedenti stradali, domestici ecc. e a priori nessuno è esente! Quindi pensa a ciò, quando vai a strutturare dei programmi!!

#113

Consiglio di creare programmi utilizzabili con la tastiera e, se possibile, di modificare da subito il modo di navigazione su internet, che per noi non vedenti è del tutto difficile.

#114

Segui sempre gli standard

#115

Bisogna etichettare le immagini; i PDF salvarli come testo e non come immagine. La mia maggiore difficoltà sono proprio questi formati, illegibili con la sintesi vocale.

#116

Consiglio di creare menu e tasti di scelta rapida in modo che anche un non vedente possa utilizzare i vari programmi in modo più accessibile.

#117

Internet rappresenta il presente ed il futuro da molteplici punti di vista e noi non vedenti rappresentiamo, da sempre, un pubblico molto attento ed aggiornato riguardo alle nuove tecnologie. Quindi, agevolateci il compito e chissà che il vostro programma non ne esca anch'esso migliorato!

#118

Una pagina web è considerata usabile da un soggetto privo della vista, quando l'utente in oggetto, senza eccessive difficoltà e senza ostacoli invalicabili, riesce a completare una specifica operazione prevista dal servizio. Lo scopo fondamentale è non incontrare barriere informatiche che potrebbero ridurre sensibilmente la fruibilità del sito in oggetto. E quindi: più testo e meno grafica o, meglio, completare tutta la parte grafica di una pagina web, con un'adeguata descrizione testuale. In poche parole, buon senso ed immedesimazione valgono più di qualsiasi legge o normativa. Grazie.

#119

Consiglio di esprimere le istruzioni per le varie operazioni verbalmente e non solo visivamente.

#120

Bisogna rendere più semplice l'accesso ad internet

#121

Io consiglio di non includere nei siti le immagini animate o i filmati flash, che disturbano la lettura da parte degli screen reader per non vedenti e quindi la gestione della pagina e la ricerca dei vari link e pulsanti. Inoltre sarebbe opportuno non mettere testi visualizzati come immagini, perchè gli screen reader non li intercettano.

#122

Consiglio di chiedere consigli a ipovedenti e non vedenti esperti in informatica in modo da realizzare siti e programmi accessibili a tutti.

#123

Io direi che con semplice attenzione si può far conciliare la grafica dei siti internet con l'accessibilità dei link

#124

Scriverai un codice più ottimizzato

#125

Per un cieco è come riacquistare un po' di vista in più!

#126

Più tutela dei servizi alla disabilità

#127

Consiglio di creare siti navigabili indipendentemente dalle specifiche modalità di approccio dei singoli utenti.

#128

Caro programmatore, la tua non è solo una funzione tecnica, ma hai anche una funzione sociale, perchè attraverso la tua opera, indispensabile, le autostrade virtuali della comunicazione a distanza possono essere percorse da molte più persone, anche da quelle con un deficit importante, facendole sentire in qualche modo parte della società, specie se con quelle autostrade virtuali possano fare un viaggio nel mondo del lavoro, essendo anch'essi quindi produttivi per come possono, e non solo assistiti grazie alla pietà comune.

#129

Progettare a partire dai soggetti più deboli e disinformati a livello informatico.

#130

I disabili non sono diversi da qualsiasi altra persona: prova a non guardare le cose diverse ma le cose positive che i diversamente abili posseggono.

#131

Devi rendere accessibili i programmi ai non vedenti

#132

Meno grafica e l'uso di script, anche banali, che renderebbero tutto più fruibile anche con i nostri screen reader.

#133

Certamente ti direi di prendere in piena considerazione la possibilità di mantenere, in fase di sviluppo di un software o di un sito web, un costante confronto con esperti e utilizzatori ciechi.

#134

Ho diritto quanto chiunque altro ad accedere alle informazioni. Inoltre, potrebbe succedere che se tu costruisci un sito web inaccessibile, se dovessero arrivare molte richieste alla tua azienda affinche' il sito sia fruibile da tutti, ti toccherebbe rivedere il tuo lavoro e, a volte, perfino rifarlo da 0! Per cui, tanto vale che tu faccia una cosa per tutti dall'inizio, non trovi?

#135

Ti voglio dire quello che il caro Vincenzo ha sintetizzzato al meglio, mi illumino di meno ma vedo di + ! grazie!

#136

Prova per un momento a chiudere gli occhi. Immagina cosa ti potrebbe servire o essere utile per riuscire a navigare e utilizzare un programma con la stessa facilità di quando hai gli occhi aperti.

#137

I disabili visivi sono cittadini come tutti gli altri, che, se messi nelle condizioni giuste, possono dare come tutti il proprio contributo (un cieco o un ipovedente sul posto di lavoro può essere una risorsa importante) e costituiscono una classe di consumatori (quindi rendere accessibili siti di e-commerce contribuirebbe a produrre reddito).

#138

Dato che i non vedenti sono impegnati nel mondo del lavoro e incontrano difficoltà, è utile che, chi può li aiuti producendo nuovi materiali e cercando nuove strategie che migliorino o facilitino le situazioni lavorative del non vedente.

#139

Desidererei accedere a siti molto più semplici e fruibili (senza fronzoli), con poche ma esaustive informazioni.

#140

Inventa un programma che interfacci tutti i siti grafici in modo da gestirli attraverso di esso.

#141

Consiglio l'uso della grafica speciale, fa ormai parte della perversa moda sociale, quando si crea un sito o un qualsiasi programma pieno di fumo e luci colorate catturi solo l'attenzione visiva degli allochi ma non le aspettative pratiche dell'utente. Consiglio quindi di creare strumenti mirati all'accessibilità, capaci di scavalcare gli impedimenti dovuti alla spettacolare grafica tanto richiesta.

#142

Consiglio l'uso di caratteri chiari tipo "arial" per chi ha un residuo visivo. Siti lineari e non con mille immagini che saltano fuori dappertutto. Link in sequenza leggibili dagli Screen Reader.

#143

Ciascuno di noi è importante per tutti gli altri, se qualcuno viene lasciato in dietro è perso, si crea un vuoto una mancanza che poteva invece essere l'occasione per cogliere nuove arricchenti possibilità.

#144

Sicuramente con un po' di impegno in più, si riescono a creare siti accessibili che nello stesso tempo possono essere gradevoli anche dal punto di vista grafico per i "normodotati".

#145

Perchè il mondo sia davvero migliore, tutti, ma proprio tutti, devono poter accedere senza limiti e senza particolari problemi alle nuove tecnologie ed alle informazioni che in esse sono contenute. Pensaci ogni volta che cominci a lavorare. Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che è utile.

#146

Se programmando tieni conto dell'accessibilità, ne trarranno vantaggio tutti: i disabili, chi ha poca dimestichezza con la tecnologia e tutte le persone che non disdegneranno la facilità d'uso di siti e programmi.

#147

L'informazione e la cultura sono un diritto per tutti quindi è necessario ed indispensabile che tutto ciò che si trova nel web debba essere reso accessibile e nel migliore dei modi anche per noi diversamente abili.

#148

Ritengo che sia meglio utilizzare il web senza programmi deidicati, semplicemente perchè quando devi interagire con qualche vedente, se si utilizzano programmi dedicati è molto più difficile farsi comprendere. Però ritengo che tutto il web dovrebbe essere fruibile da tutti, vedenti e non, in egual modo, magari utilizzando dei criteri universali.

#149

Mi auguro che il programmatore di domani non abbia bisogno di essere convinto a fare questo. Dovrebbe farlo come abitudine. Nel caso non lo facesse non lo considerei un programmatore di domani.

#150

Caro programmatore, pensa che per aprire un sentiero a te non costa nulla ma può rendere più semplice le cose a chi ha piccoli ostacoli. guarda sempre oltre.

Pagine

© Copyright 2017 Vincenzo Rubano, tutti i diritti sono riservati.

Navigando e/o interagendo con questo sito dichiari di aver letto, compreso ed accettato la
Privacy Policy di Ti tengo d'occhio.